Come scegliere il miglior sistema di stoccaggio

shutterstock_513847678_3
Le caratteristiche del sistema di stoccaggio, avanzamento e caricamento della biomassa in un impianto di gassificazione finalizzato alla produzione di energia costituiscono un elemento fondamentale per la redditività dell’impianto.

Tali componenti , giocano infatti un ruolo importante nella massimizzazione dei ricavi (derivanti dalla continuità della produzione di energia) e nella riduzione dei costi di gestione (relativi all’eventuale necessità di un intervento umano). E’ dunque importante non sottovalutare l’importanza della tecnologia utilizzata.

Spesso ci si limita infatti a selezionare un’area di stoccaggio di “lungo periodo”, e che abbia un sistema di trasporto automatico. Questo si ritiene sia sufficiente a garantire per qualche giorno l’approvvigionamento dell’impianto senza dover ricorrere a interventi umani. Tuttavia tali requisiti non sono sufficienti e, anzi, nascondono un pericolo.

Un volta stoccata nella vasca di contenimento, la biomassa, proprio in conseguenza e in misura proporzionale al quantitativo stoccato, subirà una forte compressione. Tale compressione rischia di fare raggiungere alla biomassa una grado di coesione tale da renderla un blocco unico di materiale. Una volta creatosi questo blocco compatto, gli elementi preposti all’avanzamento del materiale posti alla base della vasca, risulteranno inefficaci, con il conseguente risultato di avere un’interruzione della produzione, e la necessità di un intervento umano diretto finalizzato a rompere i blocchi venutisi a formare.

L’impianto PIROGASS è predisposto con sistema innovativo di avanzamento della biomassa, interamente progettato da SITE, il quale svolge una duplice azione. Oltre al semplice avanzamento della biomassa, agisce meccanicamente per rimuovere eventuali blocchi di materiale. Solo così si può garantire un approvvigionamento dell’impianto nei giusti quantitativi, assicurando la continuità di funzionamento senza dover ricorrere a interventi manuali.